Suzdal
l’Anello d’Oro
Poco lontano da Vladimir, la città di Suzdal è qualcosa di simile a un museo all'aperto. Gli undici monasteri sono stati costruiti qui a partire dal XVI secolo e la fila dei mercanti sulla strada per il Cremlino di Suzdal era propria dei commercianti locali sin dal XVIII secolo. Arrivati qua, si dovrebbero prendere alcune decorazioni natalizie in legno realizzate da artigiani locali e visitare il monastero di S. Eutimio, dove avrete la possibilità di ascoltare un coro di monaci e campane. Sulla via del ritorno a Vladimir da Suzdal, fate una deviazione verso il villaggio di Kideksha, che offre un analogo della Torre di Pisa: si tratta del campanile della Chiesa di Boris e Gleb, del XVIII secolo. A differenza della torre italiana, però, non ci si può salire perché pericolante. L'ingresso è vietato per motivi di sicurezza.