Vladimir
l’Anello d’Oro
Vladimir è stata fondata nell’anno 1108. Per la parte migliore di due secoli (dal 1157 alla metà del 1300) fu la capitale dell'antica Russia.

La maggior parte dei più grande monumenti architettonici della Russia sono stati costruiti a Vladimir durante questo periodo di tempo, tra cui la Cattedrale dell'Assunzione, la Porta d'Oro e la cattedrale di S. Dmitrij, che inclusi nel Patrimonio Mondiale dell'Umanità. La Cattedrale dell'Assunzione (1158-1160) con la sua grande cupola a cipolla dorata, rivestita in pietra bianca, custodisce al suo interno un vero tesoro d'arte pittorica e decorativa tra cui la gigantesca iconostasi dorata della fine del '700, alta nella parte centrale ben 25 metri. La Cattedrale di San Demetrio è più piccola di quella della Dormizione, ma non meno famosa per la sua decorazione in pietra intagliata: le sue pareti sono ornate da centinaia di altorilievi che raffigurano Santi della Chiesa Ortodossa, animali mitologici e motivi floreali. La Porta d'Oro (Zolotie Vorota) di Vladimir è la principale attrazione della città e il suo simbolo non ufficiale. Una volta ingresso alla cinta muraria della città, la porta fu originariamente costruita nel 1158-64. In quel momento, la città era circondata da un bastione con cinque porte in pietra. La Porta d'Oro è l'unica parte restante del complesso e l'unica testimonianza delle antiche fortificazioni in Russia. La città è anche sede di diversi musei pluripremiati, di gallerie d'arte e teatri; città natale di un gran numero di gruppi e artisti di rilevanza mondiale e sede di diversi istituti di istruzione superiore. Inoltre Vladimir è uno dei luoghi più visitati all'interno del famoso circuito dell'“Anello d'Oro”, dal momento che conserva molti monumenti in pietra bianca dell'architettura medievale in Russia, insieme a un certo numero di edifici a partire dal 16° al 20° secolo.

l’Anello d’Oro
Così vicino e allo stesso tempo così diverso da Mosca, questo gruppo di città storiche situato a nordest della capitale offre panorami incantati e angoli di rara bellezza. Per un viaggio che vi lascerà senza fiato. Un solo viaggio non basta per conoscere e ammirare l’Anello d’oro, il cerchio di 740 chilometri vicino a Mosca che collega piccole perle della provincia russa. Qui tra il XII e il XVIII secolo sono sbocciate la storia e la cultura di questo Paese: la lotta per il potere politico e religioso, insieme all’ascesa di alcuni centri abitati a scapito di altri, hanno lasciato un’eredità affascinante e luoghi d’interesse che oggi attirano turisti da tutto il mondo.
Maslenitsa (Carnevale)
Quest’antica festa russa si protrae dalla fine dell’inverno fino all’inizio della primavera, ed è la più importante dopo quelle di Capodanno e di Natale. A Carnevale si usa bruciare giganteschi fantocci di paglia e correre in slitta sulla neve, ma soprattutto divorare tonnellate di bliny con tutti i tipi di farcitura, che vi suggerisce la fantasia: dal tradizionale caviale rosso al mirtillo rosso con salsa alla menta. Il Carnevale si festeggia per una settimana intera in tutta la Russia, perció un turista può scegliere tra un’infinità di opzioni: dalle finte battaglie per conquistare una città di neve in Siberia ai combattimenti tra oche nelle città dell’Anello d’Oro.