Soči
Destinazioni di viaggioGran Premio di Russia F1
Soči situata sulle rive del mar conosciuta anche con il nome di Perla del Mar Nero, importante centro di villeggiatura, dato soprattutto il suo contrasto climatico con il resto dell'immenso territorio russo. La città offre possibilità sia di turismo balneare che, durante l'inverno, di turismo sciistico. Soči ha acquisito ulteriore notorietà a livello mondiale per aver ospitato la XXII edizione dei Giochi olimpici invernali nel febbraio 2014.

Se Soči è stata ridisegnata in vista delle Olimpiadi invernali, il suo passato non è stata cancellato. Anzi. Luoghi crocevia della storia e i numerosi musei si preparano a far fronte alle richieste culturali che arriveranno dai turisti.

Gran Premio di Russia F1
Il circuito, che conta diciannove curve e si snoda lungo 5.853 metri, è tra i più lunghi della F1. Vasto spazio aperto, attraversato da sottili nastri di asfalto che si snodano attorno alle meraviglie architettoniche del Parco olimpico. Chi si troverà dietro al volante, a una velocità che supera le cento miglia orarie, avrà invece una veduta ben diversa: agli occhi dei piloti la pista si presenterà come un tunnel dalle pareti di cemento, in cui un solo errore potrebbe causare un disastro.
La dacia di Iosif Stalin
Per ripercorrere le tracce della vita del politico più longevo del XX secolo, Iosif Stalin, non dovete perdervi la visita alla sua dacia. Una struttura che ha conservato l’aspetto e gli arredi originari dell’epoca del grande “padre di tutti i popoli”. Costruita nel 1936 da Iosif Vissarionovich, conserva alcuni oggetti personali della “grande Guida”: come le pellicole di Charlie Chaplin. Inizialmente nel cortile era stata costruita, su progetto dell’architetto, una fontana. Ma prima dell’arrivo di Stalin, il capo della sicurezza, scorgendo quel monumento zampillante, aveva dato ordine di rimuoverlo perché il “ suo rumore avrebbe coperto i passi dei nemici”. E la fontana era stata così trasformata in un’aiuola.
Museo della storia di Soči
Il museo comprende 12 sale tematiche e occupa una superficie di 700 metri quadrati. Presenta una sezione archeologica e una raccolta di oggetti artistici e di uso quotidiano appartenuti alla popolazione della regione, oltre a documenti e materiali fotografici. Viene qui illustrata la storia dell’unificazione in una sola città di più di cento etnie locali. Il museo ospita anche una sala interamente dedicata allo spazio in cui viene ricostruito il volo di Jurij Gagarin. Sono disponibili audioguide in lingua inglese.
Museo di Nikolaj Ostrovskij
Se desiderate conoscere la storia di Soči in epoca sovietica sarete i benvenuti nel Museo di Nikolaj Ostrovskij, scrittore sovietico e combattente della Prima guerra mondiale. Proprio a Soči Ostrovskij scrisse il suo famoso romanzo "Come fu temprato l’acciaio" su cui si sono formate intere generazioni di giovani sovietici. Grazie agli oggetti esposti - il letto, il tavolo, le sedie, le tende candide alle finestre, il samovar e le ciambelline, la lampada verde, il calamaio e la biblioteca di inestimabile valore dello scrittore – è qui perfettamente conservata l’irripetibile atmosfera degli anni Trenta del secolo scorso. È possibile vedere anche i manoscritti delle opere di Ostrovskij. Appena aperto il museo ha subito riscosso un grande successo tra i visitatori. Gli abitanti di Soči hanno portato al museo vecchi grammofoni, fotografie d’epoca, cartoline augurali e altri oggetti simboli della vita quotidiana in epoca sovietica.
Museo delle auto d’epoca
A 12 chilometri di distanza da Sochi, nel villaggio residenziale di Dagomys, ha sede un museo privato delle auto d’epoca. Il valore complessivo dei materiali esposti supera 1 milione di dollari. Il fondatore del museo ha acquistato le auto negli Stati Uniti e poi le ha restaurate a Sochi. La collezione del museo si arricchisce di continuo. Attualmente è possibile ammirare l’automobile di Stalin, Cadillac Vassal e Chevrolet del 1938, una Chajka sovietica, modelli dioldsmobile Dodge Dakota, Ford Isle, Saxon del 1916 e molte altre auto d’epoca.
Parco Riviera
Situato nel quartiere storico di Soči, è un luogo dove residenti e turisti si riversano nel tempo libero. Grazie alla presenza di numerose attrattive per grandi e piccini, è possibile trascorrere un’intera giornata all’interno del parco senza nemmeno notare lo scorrere del tempo: campi da sport, ristorantini, bar, bistrot, una sala degli specchi e persino il più grande delfinario di tutta la Russia. E se gli innamorati si danno appuntamento presso la “panchina dell’amore”, la “panchina della pace” è stata pensata per chi, dopo aver bisticciato, intende fare pace senza dilungarsi in troppe spiegazioni. Il suo design infatti fa sì che coloro che vi si siedono finiscano inevitabilmente per ritrovarsi uno accanto all’altro. Una passeggiata lungo il viale degli artisti consente di ammirare - e, per chi lo desidera, acquistare - opere di artisti locali, come rappresentazioni del mare e dei paesaggi del Caucaso.