Sergiev Posad
l’Anello d’OroNear MoscowSightseeing tour Sergiyev Posad
Sergiev Posad è la città più vicina a Mosca a fare parte del percorso dell’“Anello d'Oro”. Come per la maggior parte delle antiche città russe la strada verso la capitale attraversa il centro storico. Il fulcro della cultura di Sergiev Posad è il Monastero della Trinità di San Sergio. Si tratta di un antico monastero circondato dalle alte mura della fortezza con possenti torri di guardia lungo tutto il perimetro.

L’icona più famosa dipinta da Andrei Rublev, la “Trinità”, oggi esposta nella galleria Tretjakov, fu dipinta nel XV secolo per la cattedrale centrale della Trinità Lavra di San Sergio, il monastero più importante di tutta la Russia. Questo complesso fu costruito nel XIV secolo da Sergio di Radonez, il santo più venerato in Russia, in mezzo alle foreste a 70 chilometri dalla odierna città di Mosca. Sergio iniziò la costruzione del monastero con una semplice chiesa di legno e pochi monaci che provvedevano da soli al proprio sostentamento, avendo Sergio proibito di ricevere l’elemosina. La devozione e l’obbedienza di Sergio divennero note tra i principi di Rus, e il suo monastero divenne il centro spirituale della Chiesa ortodossa.
La storia del monastero si intreccia ad alcuni importanti eventi nella storia della Russia. Qui Sergio ferì il principe Dmitry Donskoj prima della sua grande vittoria sui tatari nella Battaglia di Kulikovo del 1380, che abbatté il giogo mongolo. Ivan il Terribile fu battezzato nella cattedrale della Trinità nel 1530. All’inizio del XVII secolo, il monastero resistette a un assedio di 16 mesi durante l’invasione polacca. Rifugiatosi al suo interno nel 1689, il giovane Pietro il Grande decise di prendere il trono occupato da sua sorella maggiore Sofia. Questi sono soltanto alcuni episodi nel glorioso passato del monastero, che è sempre stato ed è tuttora meta di pellegrinaggi e attrazione turistica tra le più famose in Russia.

l’Anello d’Oro
Così vicino e allo stesso tempo così diverso da Mosca, questo gruppo di città storiche situato a nordest della capitale offre panorami incantati e angoli di rara bellezza. Per un viaggio che vi lascerà senza fiato. Un solo viaggio non basta per conoscere e ammirare l’Anello d’oro, il cerchio di 740 chilometri vicino a Mosca che collega piccole perle della provincia russa. Qui tra il XII e il XVIII secolo sono sbocciate la storia e la cultura di questo Paese: la lotta per il potere politico e religioso, insieme all’ascesa di alcuni centri abitati a scapito di altri, hanno lasciato un’eredità affascinante e luoghi d’interesse che oggi attirano turisti da tutto il mondo.
Maslenitsa (Carnevale)
Quest’antica festa russa si protrae dalla fine dell’inverno fino all’inizio della primavera, ed è la più importante dopo quelle di Capodanno e di Natale. A Carnevale si usa bruciare giganteschi fantocci di paglia e correre in slitta sulla neve, ma soprattutto divorare tonnellate di bliny con tutti i tipi di farcitura, che vi suggerisce la fantasia: dal tradizionale caviale rosso al mirtillo rosso con salsa alla menta. Il Carnevale si festeggia per una settimana intera in tutta la Russia, perció un turista può scegliere tra un’infinità di opzioni: dalle finte battaglie per conquistare una città di neve in Siberia ai combattimenti tra oche nelle città dell’Anello d’Oro.